La bellezza di un sorriso dipende da molteplici fattori:

  1. la forma e il colore dei denti,
  2. la loro posizione,
  3. i rapporti coi tessuti molli (gengive, mucosa orale, labbra).

Creare un sorriso piacevole, quindi, può richiedere trattamenti differenti a seconda dei casi:

  • tramite gli sbiancamenti è possibile restituire ai denti il colore che possedevano prima che il fumo, i pigmenti alimentari e l’invecchiamento li scurissero.
  • difetti di forma o di lunghezza possono essere corretti tramite i materiali altamente biomimetici con cui si realizzano le moderne ricostruzioni, le faccette o le corone.
  • Anche correggere i difetti di allineamento dei denti mediante l’ortodonzia o la protesi contribuisce a rendere il sorriso più armonico e simmetrico.
  • Infine si può anche intervenire sui tessuti molli e sui loro rapporti coi denti: la chirurgia parodontale può infatti garantire parabole gengivali più regolari, risolvere sorrisi gengivari (gummy smiles)correggere le antiestetiche recessioni che spesso lasciano scoperte le radici e fanno apparire i denti “allungati”.

L’approccio al problema dell’estetica del sorriso -totalmente differente rispetto al passato- della moderna Odontoiatria  si può riassumere dicendo che nessuno deve più rinunciare a un sorriso splendente e accattivante perchè non è “nato con dei bei denti”. Non esiste, infatti, nessun difetto di forma, colore e armonia rispetto ai tessuti molli che non possa essere risolto con un approccio a 360°, concordato fra diversi specialisti.